Creep – Radiohead

Cover YouTube e significato di Creep

Creep, dei Radiohead, è una canzone cult per la generazione che ha vissuto la musica degli anni ’90; assieme ad altri brani, come Karma Police.

Che significato hanno per quelle generazioni? E come vengono reinterpretate oggi?

 

Ipotesi sul Significato di Creep

Senza dubbio Creep rispecchia la personalità di Tom Yorke, cantante e compositore di questo brano. La leggenda narra che Tom si trovasse al college, e che il brano parli di un uomo ubriaco che segue una dona ovunque, ossessionato: per poi scoprire che la donna è in realtà se stesso.
Tom Yorke confessa, in un’intervista,  che la canzone sia legata al cercare una collocazione dell’essere uomo negli anni ’90. Dove le donne si affermano e cambiano il loro ruolo, portando l’essere umano di sesso maschile a dover affermare la propria mascolinità in modo differente e a ricollocarsi. Per differenziarsi anche dai modelli molto mascolini, dell’hard rock, Tom combatte ed elabora attraverso questo brano.

 

Cover YouTube di Creep

Le cover della canzone sono molteplici. Come spesso accade, quando si ha a che fare con una vasta scelta di cover, si possono trovare interpretazioni molto vicine all’originale. Mentre altre stravolgono la canzone, o le danno un’atmosfera differente.

C’è da specificare anche che si tratta di un brano molto noto. Quindi le cover sono davvero tante, da scoprire e da ascoltare tutte, se amate il testo di questa canzone.

Le cover che preferisco, di questo brano, sono:

La cover (chitarra e voce) di Daniela Andrade. Tra le mie preferite in assoluto.
Una delicatezza nel reiterpretare un brano così delicato… che supera l’originale, in questo senso. E lo rende addirittura fragile.
Davvero un ottimo lavoro!

 

Precisa, pulita la cover maschile, di ACMusic7 (nome dell’account YouTube).
Una cover ben fatta, senza

 

Poi c’è la cover di Charlotte Cardin. Giovane e francese, che ha un controllo incredibile in questo brano. La sua voce è sottile e agile. Anche se con variazioni poco usuali per questo pezzo, lei e il suo chitarrista danno, secondo me, una bella versione del brano.
Sì. Sebbene il modo di cantare di Charlotte sembri far parte di tutt’altro genere canoro, sebbene – poi – possa rischiare over-singing (quindi troppo cantato e troppo virtuosismo), la cover è ben riuscita.
Inaspettata.

 

Ed ecco una cover davvero inusuale. Il coro Scala & Kolacny Brother.
Una sfida, Creep, per un coro. Questa cover su YouTube si differenzia per essere la cover di un brano nel quale sono essenziali le dinamiche. E loro rendono il brano etereo.
Bravissimi!

Aggiungo una cover YouTube metal, secondo me ben fatta. Loro sono i Sentenced. E la cover è molto più dura. Perché Creep non è solo una canzone leggera e flebile, ma è anche strozzata e cruda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.